Martina Segrini

“La mia storia di vita improntata alla gruppalità ha fortemente influenzato la mia formazione professionale; la società, l’istituzione e il singolo soggetto sono ai miei occhi dei gruppi in movimento ed evoluzione.”

Qualcosa di me

La flessibilità, ingrediente fondamentale nella mia adolescenza, è diventata parte integrante nel mio modo di essere psicoterapeuta. Questi pilastri si ritrovano nella mia quotidianità professionale in quanto contemporaneamente sono: coordinatrice di una équipe di educatori, psicoterapeuta di gruppi e individui e parte integrante di una équipe di lavoro per la cura di soggetti con Disturbo Borderline di Personalità. La mia formazione integrata e flessibile ha spaziato dalla psicanalisi alle tecniche cognitivo-comportamentali, al fine di potermi sentire complessa anche nel mio modo di rapportarmi alla sofferenza.

Attualmente lavoro presso il Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia dell’IRCCS San Raffaele Turro, dove ho contribuito a fondare e implementare il metodo GET. Sono socia fondatrice di Associazione GET oltre che socia della SIDBT (Società Italiana per la DBT). Ho un incarico di docenza per l’insegnamento di “laboratorio di psicologia dinamica dei gruppi” presso l’Università Vita-Salute San Raffaele. Ricopro il ruolo di coordinatrice presso la comunità “integrata” A. Merini a Castellanza.

Il gruppo interno e/o esterno può essere un rischio, un luogo di deresponsabilizzazione, disagio, malessere, caos e influenza negativa ma, se ben conosciuto e trattato può trasformarsi in una grande risorsa, un grande sostegno, un luogo di individuazione, promotore di valore ed autostima; pertanto il gruppo è il mattone fondante il mio essere psicologa.