Elisabetta Baldin

Ho un approccio multidisciplinare alla psicologia e alla clinica e sono interessata a tutte le variabili implicate nella salute mentale, al di là di una visione individuale e isolata della persona: dalle dinamiche sociali e dei gruppi, alle macroevoluzioni delle tendenze e dei comportamenti, all’influsso dei media…

Qualcosa di me

La mia formazione nasce da una Laurea in filosofia e da 10 anni di lavoro come ricercatrice in psicologia sociale e dei gruppi presso il corso di laurea di Filosofia della Università degli Studi di Milano. Specializzata in seguito in Psicologia Sociale ho portato avanti la mia formazione di psicoterapeuta ad indirizzo psicoanalitico presso un didatta della SPI (Società Psicoanalitica Italiana) e presso il Servizio di Psicologia dell’IRCCS S. Rafaele – Ville Turro.

Da oltre 30 anni svolgo l’attività di psicoterapeuta di adolescenti e adulti, iniziata presso IRCCS Ville Turro e attualmente presso gli ambulatori Vita Salute di Segrate, l’AMU di Milano e privatamente. Contemporaneamente all’attività clinica, sono appassionata di tutti gli aspetti che riguardano le dinamiche della mente umana e mi dedico a vari ambiti di studio e lavoro, con un approccio sempre curioso ed eclettico. Mi occupo per esempio di Psicologia dello Sport soprattutto relativamente alle tematiche dell’ansia da prestazione e alle dinamiche dei gruppi squadra.

Inoltre da 30 anni svolgo ricerche di mercato in ambito qualitativo e sociale. Attualmente collaboro con varie società italiane ed europee su ricerche di marketing prevalente in ambito medico-farmaceutico e sull’analisi dei processi decisionali e dei comportamenti di massa.

Da aprile 2020, faccio parte del gruppo informale Brigata Basaglia, nato ad inizio pandemia per rispondere al disagio e alle problematiche psicologiche della popolazione. È uno sportello gratuito di sostegno psicologico e sociale, che promuove un’idea di cura comunitaria della salute mentale.

Ho partecipato alla fondazione della Associazione GET dove mi occupo soprattutto di aspetti organizzativi e istituzionali e recentemente mi sto avvicinando al gestione dei gruppi di sostegno dei genitori dei pazienti GET.

Ruolo all’interno della associazione: socia fondatrice Associazione GET, terapeuta per sostegno genitoriale di pazienti GET, responsabile stesura Manuale metodo GET.